Il matrimonio di Rosa

Regia: Icìar Bollain
Cast: C. Pena, S. Lopez, N. Poza, R. Barea, P. Usero

Trama

Rosa ha un lavoro estenuante, un fratello ingombrante, un padre troppo presente, una sorella piuttosto sfuggente, un fidanzato che riesce a vedere a stento e una figlia che si è appena separata con due bambini. Abituata ad anteporre i bisogni degli altri ai suoi, Rosa sta per compiere
45 anni e la sua vita non solo è fuori controllo, ma è molto lontana dall’essere qualcosa che può definirsi “sua”. Decide così di dare uno scossone alla propria vita e afferrarne le redini, o almeno tentare di farlo. Il sogno di Rosa è riaprire la vecchia sartoria della madre, ma prima vorrebbe organizzare un matrimonio molto speciale: un matrimonio con sé stessa. Senza rivelare a nessuno le proprie intenzioni Rosa convoca i fratelli e la figlia a Benicasim, il paese di origine della madre, come testimoni del suo “matrimonio”. Ma presto scoprirà che i fratelli e la figlia

Recensione

Il film della regista Icíar Bollaín è dotato di una dolcezza che non scontenta lo spettatore. Attraverso dei toni da commedia riesce a ritrarre un personaggio come quello della protagonista nel migliore dei modi, a metterci nei suoi panni e invitarci ad apprezzare la sua scelta, rendendola anche un po’ nostra. Una commedia che indaga sulle emozioni e sui rapporti famigliari, soprattutto verso la seconda metà del film, si ha modo di riflettere sulle tematiche che vengono affrontate, donando anche una piccola dose di dramma e serietà che non risulta inopportuna. Chiaramente, il tono del film rimane leggero e spensierato: troppo leggero per essere serio, troppo dosato per essere divertente, il film sembra voler sottolineare la metafora e il significato del gesto di Rosa, ma senza approfondire più di tanto tutto il resto. Così, le storyline secondarie che riguardano il resto dei componenti della famiglia sembrano più delle piacevoli aggiunte, senza una vera e propria conclusione, per aumentare il minutaggio del film. La scena con cui si apre il film, che riguarda una maratona, riassume perfettamente “Il matrimonio di Rosa” ed è anche il momento più spregiudicato dell’opera, costruendo un’atmosfera quasi da incubo, distante dallo stile registico più sommesso e normale che verrà poi utilizzato. In un film caratterizzato principalmente da dialoghi e in cui i personaggi esprimono a parole tutto ciò che provano, riescono a portare quella freschezza e leggerezza necessaria alla storia. “Il matrimonio di Rosa”soddisfa.Il regista è più interessato alla metafora della storia che a un vero e proprio sviluppo, questa commedia leggera e simpatica si dimostra una visione piacevole, anche se incapace di andare a fondo alle storie che vuole raccontare. Il cast funziona, soprattutto nelle scene di gruppo. Una storia che ha come obiettivo la volontà di dare inizio a una nuova vita poteva dimostrarsi più forte dal punto di vista emotivo. Una commedia sull’importanza di ascoltare sé stessi, la necessità di mettersi al primo posto, ignorando i costanti bisogni degli altri, sarà il punto di riscatto per Rosa, che deciderà finalmente di iniziare una nuova vita.

Data

04/11/2021
08/11/2021

Orario

- Giovedì: 18.30 - 21.15
- Lunedì: 16.15 - 18.30 - 21.15

Genere

Romantico

Durata

97 minuti

In abbonamento

Fuori abbonamento